change language Italiano change language English

Storia del Museo

Il Percorso museale delle acque, dei fiori, dei frutti e delle erbe mangerecce, nasce per iniziativa del Comune di Lubriano, che decise di acquistare e restaurare una vecchia abitazione in rovina da adibire a Centro Studi, al fine valorizzare le risore naturali del territorio e supportare progetti di ricerca scientifica in ambito botanico, faunistico, ed idrobiologico.



L’intero percorso ricade nel territorio compreso tra il paese di Lubriano ed un corso d’acqua, il Fosso di Lubriano, nella vallata fronteggiante il noto borgo di Civita di Bagnoregio. L’intera zona, meglio conosciuta come Valle dei Calanchi, è molto suggestiva ed estremamente interessante dal punto di vista paesaggistico.



Dal punto di vista geomorfologico, il territorio di Lubriano può essere considerato molto fragile, in quanto soggetto a numerosi dissesti di tipo idrogeologico di varia tipologia ed età, a causa della particolare successione litostratigrafica presente che ha favorito da sempre tali fenomeni. Tutto il versante meridionale dell’abitato, lungo il lato sinistro del fosso di Lubriano, mostra numerosi dissesti di tipo franoso, quali frane di tipo complesso, anche molto antiche, come quella di cui sono ancora evidenti i segni di deviazione del fosso di Lubriano verso Civita di Bagnoregio, la cui corona di frana lambisce tutta la porzione centrale del paese di Lubriano. 

Anche la composizione floristica e vegetazionale del territorio è influenzata dalle caratteristiche peculiari dell’area.


Comune di Lubriano - Tutti i diritti riservati |||